martedì 23 giugno 2020

FRISELLE A LIEVITAZIONE NATURALE


Mi vogliano perdonare i Pugliesi per aver provato ad imitare le loro fantastiche friselle ma quando Mr. M esprime un desiderio culinario io non posso che esaudirlo e correre ad impastare! 
Mea culpa, non ho mai mangiato le originali ma mi sono documentata un po' in rete. 
Quasi tutte le ricette hanno impasti idratati al 60% circa,  poi alcune ricette mettono l'olio e altre no. 
Io ho letto che nella ricetta tradizionale non é previsto (anche in quelle che vendono al supermecato non c'e' nella lista degli ingredienti) e quindi ho preferito non metterlo. Come sempre io ho usato il mio licoli super arzillo in questo periodo. 
A noi sono piaciute molto, mangiate cosi semplicemente con del buon olio extra vergine di oliva e qualche pomodorino. 
Da rifare assolutamente perché sono perfette per gli aperitivi in terrazza. 
Su instagram trovate il video completo della formatura (nel mio account nicolettapalmas

FRISELLE A LIEVITAZIONE NATURALEINGREDIENTI
  • 600g di farina ( io 400g di farina tipo 2 macinata a pietra e 200g di semola rimacinata)
  • 360g di acqua
  • 100g di licoli
  • 12g di sale
  • 1 bustina di malto diastasico (opzionale)
Impastate a velocitá medio bassa tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto elastico e liscio. Fate puntare circa 10 minuti sul piano scoperto, formate una palla e trasferite in un contenitore leggermente oleato fino al raddoppio. 
Dividete l'impasto in parti uguali, io pezzi da circa 130g. Formate dei salsicciotti poi unite le due estremita per formare una ciambella.
Trasferite le ciambelle in una teglia ricorperta da carta forno e leggermente insemolata, coprite bene e fate lievitare nuovamente fino al raddoppio.Infornate a 220ºC per 15-20 minuti, fate raffreddare un po' poi tagliatele a metá. Disponetele nuovamente nella teglia (io nella griglia del forno) e fate dorare per circa 30 minuti a 180ºC con forno ventilato.
Fate raffreddare bene prima di imbustarle. 



SHARE:

2 commenti

  1. Wowwww ma sono perfette! Tanto buone.. le immagino con pomodoro, un filo di olio, origano e sale!!! un bacio

    RispondiElimina
  2. IO ne vado matta..pensa che ne ho fatto una sfornata anche oggi che ci saranno 40gradi all'ombra :-P ma vuoi mettere poi mangiarsele sulla spiaggia con una pioggia di datterini :-P ???

    RispondiElimina

Lascia un commento

Blogger Template by pipdig